0%

Commercialista per medici e dentisti

News

Il passaggio per il medico dal regime ordinario al regime forfettario

Il regime naturale della professione del medico è il regime semplificato, tuttavia è possibile accedere per opzione al regime ordinario. In questo caso però l’opzione vincola il contribuente per 3 anni, non potendo accedere fino al predetto temine ad altri regimi.

L’Agenzia della Entrate, viste le profonde modifiche al regime forfettario rispetto soprattutto al tetto massimo di accesso, ha chiarito nella risposta n.107/E, ma comunque già da prima specificato nella Circolare n.9/E/2019, che in caso di opzione per la contabilità ordinaria, il contribuente può disattendere il vincolo triennale e passare già dal 2019 al regime forfettario. è il comma 1 art.1 del D.P.R. 442/1997 a prevedere la possibilità di variazione dell’opzione senza dovere attendere il decorso dei tre anni.

La risposta 107/E si riferisce al quesito posto da un libero professionista (quindi valido anche per il medico o dentista) che fino al periodo d’imposta 2016 ha adottato il regime semplificato e nel 2017 ha presentato la dichiarazione iva, comportamento concludente in favore del regime semplificato. Il professionista chiedeva la possibilità (evidentemente accolta) di optare per il 2019 al regime forfettario.

Più precisamente l’Amministrazione finanziaria ha specificato che, ritenendo il regime semplificato e quello forfettario, regimi naturali per il contribuente in quanto professionista, non sussistono vincoli che possano impedire il passaggio dall’uno all’altro regime anche di anno in anno senza alcun vincolo di permanenza.

Leave a Comment

Begin typing your search above and press return to search.