0%

Commercialista per medici e dentisti

Novità fiscali

Calcolo stipendio: specializzando medicina

#stipendio medico specializzando #stipendio specializzando medicina #stipendio specializzando #stipendio specializzandi medicina

Cari ragazzi, oggi dedico quest’articolo a voi per spiegarvi come viene calcolato l’importo netto del vostro stipendio da specializzandi. Scrivo quest’articolo e vi rimando alla pagina Facebook che ho aperto per cercare di mantenervi aggiornati tramite post brevi e semplici, su tutto quello che dovete sapere sulla materia fiscale. Cercherò di rispondere alle domande partendo da quelle che mi fate durante gli incontri all’OMCeO, ma se avete qualsiasi altro dubbio scrivetemi tranquillamente e vi risponderò il prima possibile. Bene, fatta questa premessa, iniziamo:

Lo specializzando in medicina, ancorché studente, percepisce uno stipendio riconosciuto dalla legge 368/99, che all’art. 39 conferisce il compito alle Università di corrispondere mensilmente al giovane medico specializzando uno stipendio in virtù delle tante ore corrisposte alle varie strutture ospedaliere. La legge specifica poi che il trattamento economico è stabilito ogni tre anni da decreto ed è costituito da una parte fissa e da una variabile
differenziata per tipologie di specializzazioni, per la loro durata e per anno di corso.

Per capire quindi a quanto ammonta lo stipendio lordo dobbiamo rifarci al Decreto del 7 Marzo 2007, che all’art. 2 determina la parte fissa lorda annua in 22700€ e all’art. 3 che determina la parte variabile pari a 2300€ per ciascuno dei primi due anni e a 3300€ per ciascuno degli altri anni.

Fatta questa premessa andiamo a calcolare le tasse per capire a quanto corrisponde lo stipendio netto

stipendio del medico specializzando:

intanto precisiamo che, come già saprete, tale stipendio è assimilato a borsa di studio, che il legislatore ha più volte precisato non essere soggetta a IRPEF. In effetti il principale costo da sostenere è quello legato ai contributi previdenziali, cioè alla gestione separata dell’INPS . Dobbiamo quindi assoggettare lo stipendio ad una aliquota pari al 24%, di cui i 2/3 sono a carico della stessa Università e il restante a carico dello studente:

Totale stipendio lordo: 22700+2300 = 25000 €

Scorporiamo l’INPS a carico dell’Università: 25000/1.16 = 21551.72 €

Sottraiamo la quota a carico nostro: 21551.72 – 1724.14 = 19827.58 €

Stipendio netto al mese = 19827.58/12 = 1652.30 €

Questo è più o meno l’importo che vi troverete accreditato ogni mese sul conto per i primi due anni, calcoliamo quelli dal terzo in poi:

Totale stipendio lordo: 22700+3300 = 26000 €

Scorporiamo l’INPS a carico dell’Università: 25000/1.16 = 22413.80 €

Sottraiamo la quota a carico nostro: 22413.8 – 1793.10 = 20620.7 €

Stipendio netto al mese = 20620.7/12 = 1718.40 €

A questo punto però dobbiamo considerare anche altre “imposizioni” legislative, che decurtano lo stipendio e che sono:

le tasse Universitarie, che vanno dai 1600 ai 2000 euro di media circa,

l’assicurazione la cui spesa si aggira attorno ai 600 euro,

la quota A dell’Enpam che ha un costo che varia a seconda dell’età e parte dai 226.40 € all’anno,

la quota annua dell’Ordine di appartenenza che varia a seconda dell’ordine

Questo è più o meno il calcolo delle tasse a cui è soggetto lo stipendio del medico specializzando, se avete qualsiasi dubbio scrivetemi in posta alla pagina
https://www.facebook.com/commercialistiperlasanita/

Leave a Comment

Begin typing your search above and press return to search.