fbpx

0%

Commercialista per medici e dentisti

Novità fiscali

Riscatto laurea: medico e odontoiatra

La prima cosa da sapere è che possiamo richiedere il riscatto degli anni di laurea a due enti previdenziali alternativi: all’INPS oppure all’ENPAM.

Dirò senza mezzi termini che se non sappiamo quale cassa previdenziale ci manderà in pensione il riscatto degli anni di laurea rischia di essere un esborso inutile.

In questo articolo parlerò del riscatto degli anni di laurea all’ENPAM: cassa privata che seppur spesso sotto accusa per sprechi gode decisamente di una salute più stabile dell’INPS.

Riscatto laurea: medico e odontoiatra devono rispettare diversi requisiti

Per evitare di andare in pensione ultra settantenni, riscattare gli anni di laurea è sicuramente uno dei consigli più seguiti da medici ed odontoiatri, i quali però possono far domanda all’ENPAM solo se rispettano determinati requisiti

  • non devono aver compiuto l’età per la pensione;
  • devono aver maturato un’anzianità contributiva al fondo non inferiore a 10 anni;
  • devono essere in regola con il pagamento di altri riscatti in corso;
  • non devono aver fatto domanda di pensione d’inabilità assoluta permanente;
  • non devono aver rinunciato da meno di 2 anni allo stesso riscatto.

Il punto che crea sempre un po’ di confusione è il secondo,

” devono aver maturato un’anzianità contributiva al fondo non inferiore a 10 anni “

Con questa indicazione si vuole intendere che per fare la domanda è necessario che il medico o l’odontoiatra deve avere versato contributi, per almeno 10 anni, nel fondo per la libera professione (Quota B) oppure nel fondo della medicina convenzionata asl (cioè deve aver lavorato per strutture convenzionate o accreditate, che ci hanno trattenuto la quota ENPAM).

In altre parole non è sufficiente essere iscritti all’ENPAM e pagare la Quota A, ma è richiesto il versamento agli altri fondi.

Il calcolo

Non c’è una cifra che valga universalmente per tutti: una volta che facciamo la domanda sarà la stessa ENPAM a calcolare l’importo. Il meccanismo è alquanto complesso, possiamo però dire che le variabili che tiene in considerazione l’Ente sono il compenso complessivo percepito e la contribuzione versata. Alla luce di questi elementi appare chiaro, che prima viene fatta a domanda e minore sarà l’importo da pagare per il riscatto.

Quali anni posso riscattare?

Possiamo scegliere di riscattare solo una parte del nostro percorso di studio, quindi, ad esempio, possiamo riscattare solo il corso legale del diploma di laurea, ad eccezione degli anni fuori corso, oppure gli anni di specializzazione o il corso di formazione in medicina generale.

Sul sito dell’ Enpam è possibile leggere un elenco completo nella sezione dedicata.

Come sempre vi invito a seguire la mia pagina Facebook e a contattarmi per qualsiasi dubbio

Leave a Comment

Begin typing your search above and press return to search.